Infiltrazioni acqua in cantina: come eliminarle per sempre - Saint-Gobain Italia - Life Upgrade Skip to content

Cantina da film horror? Elimina per sempre le spaventose infiltrazioni d’acqua.

Le infiltrazioni d’acqua sono una delle più gravi cause di degrado di un edificio. Infatti, esse portano con sé danni ingenti alla proprietà e causano muffe e insalubrità anche in ambienti adiacenti al locale direttamente interessato. Per prevenire possibili rischi per la salute e danni alla struttura della casa, ogni perdita di acqua deve essere identificata e riparata.

C’è da dire che se la tua casa soffre di infiltrazioni d’acqua, con ogni probabilità vi è a monte un difetto costruttivo. Di solito, colpiscono i locali interrati come scantinato, garage, cantina, taverna o altro. Questo perché, trovandosi sotto terra, sono più esposti sia all’acqua piovana sia all’acqua di falda.

Nel caso di infiltrazioni d’acqua all’interno di una cantina, molto probabilmente la causa è una non adeguata impermeabilizzazione del muro controterra in fase costruttiva.

Come si può risolvere il problema delle infiltrazioni d’acqua?

Innanzitutto, occorre svuotare il locale affetto da infiltrazioni d’acqua. Infatti, bisogna verificare se ci sono altri punti interessati, anche dove non vi è evidenza di danni ad una prima occhiata. Con tutta probabilità emergeranno problemi un po’ più diffusi del previsto, sulle superficie e anche a pavimento. Sarà quindi possibile individuare l’origine del problema.

infiltrazioni acqua

A questo punto, cosa fare?

Per cominciare, nel punto da cui arrivano le infiltrazioni d’acqua occorre utilizzare un prodotto istantaneo che consenta un “effetto tappo”. Ad esempio weberdry bloc, prodotto specifico che garantisce il bloccaggio delle infiltrazioni d’acqua, che sia a parete o pavimento, in interno o in esterno. Nel nostro caso della cantina, sarà in interno.

Successivamente, occorrerà aprire sia le fessure sia le zone di venuta d’acqua a coda di rondine, rimuovere le parti incoerenti ed operare una pulizia accurata. Con le mani, usando dei guanti di gomma, si impasta il composto con acqua pulita finché non diventa caldo (punto di inizio catalisi del prodotto). Quindi si applica tenendolo premuto nella fessura con la mano per 10-15 secondi.

A questo punto è possibile applicare l’intonaco impermeabilizzante weberdry OSMO su tutta la superficie, avendo cura di risvoltare il prodotto anche sul pavimento. Questo permetterà di isolare l’intera superficie dall’acqua di venuta del terreno retrostante.

Nell’attesa che l’intonaco maturi (tra le 12 e le 24 ore), si procede con l’applicazione del nuovo intonaco deumidificante webersan thermo evoluzione, anticondensa e antimuffa. Il tutto per far sì che il “muro freddo” (muro affetto da infiltrazioni d’acqua o da umidità) non crei condensa superficiale.

Infine, con lo stesso prodotto, dopo 7 giorni, avendo cura di inumidire il supporto, si procede con la rasatura. Essendo un prodotto bianco, non sarà necessario procedere con l’imbiancatura.

Per richiedere informazioni o metterti in contatto con noi clicca qui!

Condividi su:
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Altri articoli

I superpoteri delle idropitture: tinteggiare e sanificare le pareti.

L’idropittura è un prodotto che presenta molti tipi e caratteristiche diverse tra loro. Questa ampia diversità fa della pittura ad acqua un prodotto funzionale
Leggi l'articolo

Insufflaggio: l’isolamento termo-acustico semplice, veloce ed economico.

L’insufflaggio è una tecnica semplice, versatile e rapida per isolare termicamente e acusticamente le murature perimetrali e i sottotetti non abitabili della casa. Se
Leggi l'articolo