#FaiConIMakers: Makers at Work completa il progetto dell’ufficio Skip to content

#FaiConIMakers: Giuseppe Conte completa il progetto dell’ufficio

Articolato ed ambizioso, il progetto di Giuseppe Conte (costruire un ufficio laboratorio all’interno di un capannone) è giunto alla conclusione. Il team di Makers At Work, coadiuvato da Saint-Gobain Italia, che ha fornito materiali e assistenza tecnica per tutti i lavori approntati, ha completato anche gli interventi finali, ossia la realizzazione di una parete decorata e l’installazione delle vetrate. 

La posa delle piastrelle 

Una delle pareti corte dell’ufficio è stata rivestita con piastrelle in gres porcellanato (di misura 30 cm x 60 cm). La scelta è ricaduta su questo tipo di soluzione dal momento che per l’arredo del locale era stato già scelto uno stile industriale, che avrebbe incluso elementi color noce e dettagli in metallo. Prima di applicare le piastrelle, la parete in cartongesso deve essere isolata dal collante cementizio che verrà utilizzato successivamente. Per questo, viene preparata applicando un apposito primer; ne sono state date due mani, a 24 ore di distanza l’una dall’altra. Successivamente, è stato eseguito l’incollaggio delle piastrelle stendendola con la colla, miscelata con una percentuale di acqua tale da rendere l’impasto sufficientemente corposo,  per mezzo di un frattazzo. Poi, le piastrelle sono state applicate alla parete, utilizzando degli appositi dispositivi di distanziamento per ottenere delle fughe dallo spessore omogeneo. Al contempo, ciascuna piastrella è stata collocata avendo cura di far combaciare perfettamente il pattern decorativo in rilievo, così da restituire l’impressione che si tratti di un’opera realizzata in mattoni veri. Completata la posa, gli uomini di Makers At Work hanno potuto chiudere le fugge con un apposito sigillante cementizio, dal colore molto simile a quello delle finte fughe presenti sulla superficie delle piastrelle decorate. 

L’installazione delle vetrate 

L’ultimo intervento strutturale per il completamento dell’ufficio è rappresentato dall’installazione delle due vetrate verticali che solcano la parete esterna di cartongesso costruita ex novo. I telai sono stati realizzati nell’officina di Makers At Work, utilizzando delle assi di abete lamellare; attorno a ciascun telaio è stata creata una cornice, con assi di spessore minore. Per creare una maggiore continuità con lo stile ‘industriale’ scelto per arredare gli interni, le superfici esterne dei telai sono state spazzolate, così da conferire loro un aspetto vagamente grezzo di notevole impatto, per poi essere verniciate di nero. Le vetrate sono state poi assicurate all’interno del telaio mediante un doppio profilo, allestito con listelli di spessore congruo allo scopo. Il tipo di vetro utilizzato per realizzare i vetrocamera di  30 mm è un doppio stratificato acustico di sicurezza Stadip Silence Planitherm Infinity per assicurare un’adeguata luminosità all’interno dell’ufficio laboratorio garantire contemporaneamenteun perfetto isolamento termico e acustico rispetto all’esterno, in completa sicurezza antiferita e anti infortunio. 

I prodotti Saint-Gobain Italia utilizzati 

Come accaduto sinora, anche l’ultimo stadio del progetto di Giuseppe Conte ha beneficiato del supporto tecnico e materiale di Saint-Gobain Italia. Nello specifico, il team di Makers At Work ha utilizzato weberprim PF15, un primer isolante e consolidante, ideale per la preparazione di superfici prima della posa di prodotti cementizi. Per incollare le piastrelle, invece, è stato impiegato webercol UltraGres 400; si tratta di un adesivo cementizio deformabile ad alta resistenza, particolarmente indicato per la posa di grandi formati. Le fughe sono state sigillate con webercolor style, un sigillante (disponibile in diverse tonalità cromatiche) indicato per fughe di spessore compreso tra i 3 mm e i 20 mm, caratterizzato da una grana media ed una elevata resistenza all’abrasione. Per le vetrate è stato utilizzato uno stratificato acustico di sicurezza Stadip Silence 33.2 con deposito altamente selettivo Planitherm Infinity sulla lastra esterna, uno stratificato acustico di sicurezza Stadip Silence 33.2 sulla lastra interna, separate tra di loro con canalina ad alto isolamento termico. 

Per richiedere informazioni o metterti in contatto con noi clicca qui!

Condividi su:
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su google
Google+

Altri articoli

I superpoteri delle idropitture: tinteggiare e sanificare le pareti.

L’idropittura è un prodotto che presenta molti tipi e caratteristiche diverse tra loro. Questa ampia diversità fa della pittura ad acqua un prodotto funzionale
Leggi l'articolo

Insufflaggio: l’isolamento termo-acustico semplice, veloce ed economico.

L’insufflaggio è una tecnica semplice, versatile e rapida per isolare termicamente e acusticamente le murature perimetrali e i sottotetti non abitabili della casa. Se
Leggi l'articolo