Come realizzare una veletta in cartongesso - Life Upgrade Skip to content

Come realizzare una veletta in cartongesso

Il cartongesso è ampiamente utilizzato in edilizia per la realizzazione di pareti divisorie e contropareti per migliorare l’isolamento termoacustico; questo materiale particolarmente versatile è spesso impiegato anche per costruire controsoffitti di ampiezza variabile, per occultare cavi e tubazioni, oppure per inserire una serie di punti luce in una zona specifica di un determinato ambiente. In tal caso, spesso si ricorre ad una soluzione architettonica specifica, anch’essa realizzabile in cartongesso: la veletta 

Cos’è una veletta in cartongesso 

In edilizia, il termine veletta veniva utilizzato principalmente per indicare l’elemento di tamponamento collocato al di sopra di un’apertura (finestra o portafinestra) per chiudere il vano contenente il rullo di una persiana avvolgibile. Poiché i controsoffitti, sia continui sia modulari, sono diventati sempre più diffusi, il termine veletta è utilizzato per indicare anche – se non soprattutto – un elemento architettonico in cartongesso, mediante il quale si implementa un abbassamento parziale del soffitto, allo scopo di inserire uno o più dispositivi di illuminazione o nascondere cavi e tubature. La veletta, assolvendo al contempo una funzione pratica ed una estetica, può assumere le forme più disparate, in base a specifiche esigenze funzionali o decorative. 

Utensili e materiali per realizzare una veletta in cartongesso 

Per la realizzazione di una veletta in cartongesso occorrono i seguenti attrezzi: un metro, eventualmente un proiettore laser, una matitaforbici/cesoie, un cutter per lastre di cartongesso, una livella, una spatola e un frattazzo. Si consiglia di indossare anche un adeguato abbigliamento tecnico durante le varie fasi dell’intervento. I materiali necessari, invece, sono: 

  • Lastre in cartongesso; 
  • Profili metallici a ‘U’ e a ‘C’ (flessibili se il profilo della veletta è curvo); 
  • Viti e/o tasselli per il fissaggio delle guide metalliche; 
  • Viti per il fissaggio delle lastre in cartongesso; 
  • Nastri di rinforzo per i punti di giunzione; 
  • Paraspigoli in acciaio; 
  • Stucco a base gesso per cartongesso. 

Come creare la struttura 

Dopo aver approntato un progetto di massima, è necessario prendere le misure della veletta che si intende realizzare: si può utilizzare un metro e segnare i riferimenti con una matita oppure riportare le misurazioni con un proiettore laser. Fatto ciò, è possibile procedere all’assemblaggio della struttura della veletta in cartongesso, eseguendo il seguente procedimento: 

  • Sagomare i profili metallici a ‘U’ con una forbice/cesoia; 
  • Fissare il primo supporto orizzontale alla parete (se la veletta funge da raccordo tra parete e soffitto), utilizzando apposite viti metalliche e/o tasselli assicurandosi che sia perfettamente in bolla; 
  • Vincolare il secondo supporto orizzontale al soffitto, seguendo il medesimo procedimento; 
  • Ancorare ai supporti (o alla parete) le guide che individuano i lati corti della veletta utilizzando, a seconda del caso, viti metalliche e/o tasselli o staffe a ‘U’; 
  • Per velette curve o ondulate, la struttura va realizzata con profili flessibili del tipo vertebra  

Realizzare il rivestimento in cartongesso 

Completata la struttura, è possibile procedere al rivestimento con le lastre di cartongesso. È sufficiente sagomare/tagliare le lastre con un cutter e fissarli all’intelaiatura metallica mediante apposite viti per cartongesso. Per le velette in cartongesso con LED bisogna tagliare le lastre per approntare gli alloggiamenti in cui collocare i faretti. Una volta terminato anche questo passaggio, bisogna rinforzare i giunti, applicando lo stucco a base gesso, inserendo un nastro di carta microforata o di feltro di vetro; procedere anche con la stuccatura delle teste delle viti e delle intersezioni con le pareti e il soffitto. 

Per una finitura ottimale, trattare gli spigoli con un paraspigolo in acciaio. 

I prodotti Saint-Gobain utilizzabili 

All’interno dell’offerta Saint-Gobain Italia sono presenti tutti i materiali per costruire correttamente una veletta in cartongesso: 

  • Gyproc Gyprofile: guide a ‘U’ e montanti a “C”,  in acciaio zincato, ideali per l’allestimento della struttura metallica. Per velette curve, si consigliano i profili flessibili Gyproc Flexo; 
  • Gyproc Wallboard: pannello in cartongesso formato da un nucleo in gesso emidrato reidratato, rivestito su entrambe le facce da materiale cellulosico; 
  • Gyproc Flex 6: lastre di cartongesso per implementare soluzioni curve; 
  • Gyproc Evoplus: gamma di stucchi per le finiture dei pannelli in cartongesso; 
  • Nastri in carta microforata o in feltro di vetro, per il trattamento dei giunti; 
  • Viti Gyproc Punta Chiodo per l’avvitatura delle lastre alla struttura metallica. 

 

 

Per richiedere informazioni o metterti in contatto con noi clicca qui!

Condividi su:
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su google
Google+

Altri articoli

I superpoteri delle idropitture: tinteggiare e sanificare le pareti.

L’idropittura è un prodotto che presenta molti tipi e caratteristiche diverse tra loro. Questa ampia diversità fa della pittura ad acqua un prodotto funzionale
Leggi l'articolo

Insufflaggio: l’isolamento termo-acustico semplice, veloce ed economico.

L’insufflaggio è una tecnica semplice, versatile e rapida per isolare termicamente e acusticamente le murature perimetrali e i sottotetti non abitabili della casa. Se
Leggi l'articolo