#FaiConIMakers, Giuseppe Conte monta due mensole angolari in cartongesso Skip to content

#FaiConIMakers, Giuseppe Conte monta due mensole angolari in cartongesso

Nuovo progetto ‘casalingo’ di fai da te per Giuseppe Conte di Makers at Work, che realizza una coppia di mensole angolari in cartongesso per la cucina di casa. Come già accaduto in precedenza, Saint-Gobain ha fornito assistenza tecnica e materiale, mettendo a disposizione del maker abruzzese tutti i prodotti necessari alla realizzazione dell’opera.

L’allestimento della struttura

Dopo aver segnato il perimetro delle due scaffalature usando del nastro adesivo, Giuseppe Conte procede al taglio dei profili metallici (per evitare che le mensole abbiano uno spessore eccessivo, opta per i profili destinati in genere alla realizzazione dei controsoffitti in cartongesso). Fatto ciò, realizza la struttura portante eseguendo i seguenti passaggi:

  • Vincola le guide a U alle pareti mediante tasselli a percussione;
  • Ritaglia i montanti per ottenere i profili interni alle mensole (lunghezza: 22 cm);
  • Fissa i montanti interni alle guide tramite viti autofilettanti punta trapano;
  • Ritaglia pannelli di cartongesso su misura da una lastra più grande, servendosi di un cutter;
  • Ricopre con il cartongesso la parte superiore del ripiano posto più in basso servendosi di apposite viti autofilettanti;
  • Tampona la faccia inferiore della mensola posta più in alto;
  • Fissa una guida a U verticale di supporto tra le due mensole, in coincidenza del lato più esterno;
  • Ritaglia un pannello di cartongesso di dimensioni tali da tamponare l’intercapedine tra le due mensole;
  • Fissa il pannello al montante verticale ed ai supporti orizzontali con viti per cartongesso;
  • Ripete la medesima operazione dall’altro capo delle mensole; stavolta, però, il profilo è più alto della mensola superiore;
  • Crea una struttura a sostegno dei pannelli verticali utilizzando dei montanti ricavati dai laminati metallici;
  • Ritaglia su misura i pannelli di cartongesso necessari a tamponare la parte inferiore della mensola posta più in basso;
  • Vincola i pannelli ritagliati alla struttura metallica che sostiene la mensola;
  • Riveste con listelli di cartongesso anche le facce a vista dei profili metallici.

Stuccatura e finitura

Ultimate le operazioni per l’allestimento della struttura delle mensole, Giuseppe Conte si occupa delle rifiniture. Il procedimento ricalca quello comunemente utilizzato su sistemi a secco di maggiore estensione:

  • Inserisce i paraspigoli autoadesivi, dopo averli opportunamente sagomati;
  • Stucca le teste delle viti, i punti di giunzione tra le parti in cartongesso e i paraspigoli;
  • Carteggia le imperfezioni della prima stuccatura prima di eseguire una seconda stuccatura;
  • Completa la regolarizzazione delle superfici con una terza mano, più leggera, di stucco;
  • Lasciato asciugare lo stucco, tratta le superfici con un primer di preparazione per cartongesso;
  • Sigilla le giunzioni tra le mensole e le pareti in muratura con del silicone verniciabile;
  • Rifinisce le mensole con una mano di idropittura traspirante e coprente.

I materiali Saint-Gobain utilizzati

Nella realizzazione delle mensole angolari per la propria cucina, Giuseppe Conte ha attinto al catalogo multimarca di Saint-Gobain utilizzando, in particolare, i seguenti materiali:

  • Gyproc Gyprofile, profili metallici dielettrici, anticorrosivi e antifingerprint specifici per la realizzazione di sistemi in cartongesso;
  • Gyproc Habito Activ’Air®, lastre con nucleo di gesso rinforzato da fibre di vetro, adatte soprattutto ad utilizzi in ambito residenziale. La tecnologia Activ’Air® fa sì che i pannelli assorbano e neutralizzino il 70% della formaldeide presente negli ambienti domestici di destinazione;
  • Gyproc Aquabead, paraspigolo autoadesivo; è formato da un’anima di PVC rivestita di carta microforata. L’adesivo che ricopre la superficie si attiva a contatto con l’acqua, rendendo l’applicazione estremamente rapida;
  • Gyproc EvoPlus 60, stucco in polvere per cartongesso arricchito da additivi specifici, caratterizzato da elevata lavorabilità;
  • Gyproc LY13, viti autofilettanti testa piatta punta trapano, per il vincolo delle strutture metalliche
  • Gyproc Punta Chiodo, viti autofilettanti per il vincolo delle lastre alle strutture metalliche
  • weberprim RA13, primer di preparazione a base acqua;
  • weberpaint mistral, idropittura lavabile, traspirante e coprente per uso interno.

Per richiedere informazioni o metterti in contatto con noi clicca qui!

Condividi su:
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter

Altri articoli

I superpoteri delle idropitture: tinteggiare e sanificare le pareti.

L’idropittura è un prodotto che presenta molti tipi e caratteristiche diverse tra loro. Questa ampia diversità fa della pittura ad acqua un prodotto funzionale
Leggi l'articolo

Insufflaggio: l’isolamento termo-acustico semplice, veloce ed economico.

L’insufflaggio è una tecnica semplice, versatile e rapida per isolare termicamente e acusticamente le murature perimetrali e i sottotetti non abitabili della casa. Se
Leggi l'articolo